Home   

                           Speciale Conferenza ... Speciale Conferenza... Speciale Conferenza  


CONFERENZA CULTURALE                                                                                      


 

 

 

 

 

MARTIN LUTHER KING

" contro la povertà e contro le guerre "

Relatore: Pastore SALVATORE RAPISARDA

 

Patrocinio

Città di Marsala

 

Sabato 20 ottobre, organizzata dalla Chiesa Apostolica Pentecostale e dalla Chiesa Valdese di Trapani e Marsala, col patrocinio del Comune, nel locale Complesso monumentale, si è tenuta una conferenza dal titolo "M.L.King, contro la povertà e contro le guerre" . Il pastore Salvatore Rapisarda, vice presidente dell’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia, ha condotto l’attento uditorio per il sentiero che dal messaggio di M.L.King va alla realtà moderna in cui perdurano discriminazioni, schiavitù, fame, violenza e guerre. Passaggio obbligato è stato la constatazione dello stato in cui versa oggi la realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio. Di King sono state evidenziate le cinque piste in cui si può enucleare il suo messaggio: lotta alla discriminazione, impegno per il diritto di voto, guerra alla povertà, opposizione decisa alle guerre, pratica della non violenza.Tutte piste che hanno la loro attualizzazione oggi nel far crescere una cultura dell’accoglienza e di lotta al razzismo e alla xenofobia, per una partecipazione attiva alla vita democratica del paese, per un prosieguo attento della lotta alla povertà e all’immane tragedia della guerra in tutti i suoi teatri, per una cultura della non violenza che sappia risolvere i conflitti in maniera che non suoni più da uomo delle caverne.

Circa il problema della fame e della sottoalimentazione che affligge quasi la metà della popolazione mondiale, il relatore ha fatto constatare come all’apparenza sembri un problema di grandi proporzioni e di difficile soluzione, per le ingenti risorse economiche occorrenti per una sua soluzione. Tuttavia, è stato mostrato, che quelle risorse occorrenti per salvare miliardi di vite umane sono molto al di sotto di quanto oggi si spende in armamenti e guerre. Il rapporto, si è detto, è di circa uno a sette.  Non si può dunque dire che non c’è soluzione al problema della povertà.

Basta intraprendere la strada indicata da King: guerra alla povertà, devoluzione dello 0,70 % del pil da parte dei paesi ricchi, riscrittura delle regole del commercio internazionale, difesa dell’ambiente. In una parola, come invocava King, si tratta di una conversione. Egli chiedeva la conversione della società americana. Quel grido profetico, quella richiesta di vivere un sogno di superamento del distorto ordine attuale va sostenuto ancora oggi.

Le chiese e la parte sana della società, ha sostenuto Rapisarda, si debbono spendere perché a tutti i livelli cresca una nuova mentalità, che sappia fare pressione a livello politico, perché vi sia un nuovo modo di impiegare le ingenti risorse che sono a disposizione dell’umanità. In una visione democratica della società la richiesta di giustizia deve partire dal basso.

Il dibattito, molto partecipato, che ha fatto seguito all’esposizione di Rapisarda, ha evidenziato come si avverta il bisogno di uscire dall’immobilismo in cui versa la società e la politica oggi. Si è auspicato il sorgere di progetti specifici perché in qualche paese in via di sviluppo possano sorgere progetti specifici in risposta ai bisogni locali. E’ stato anche evidenziato il ruolo delle chiese ed è stata sollevata qualche critica sui silenzi, più che sulle voci, che dalle chiese si sono levate. Circa il ruolo delle chiese, ha concluso il relatore, citando King, "la chiesa non è né la padrona né la serva della società, ma la sua coscienza profetica". Per questo, è stato ricordato, essa "non si deve accontentare di dire pie banalità, ma si deve impegnare perché i diseredati e la società abbiano risposte adeguate".

 

Invito                             Locandina

http://www.martinlutherking.ucebi.it

 © 2006-2012 Chiesa Apostolica Pentecostale