Home   

                           Speciale Conferenza ... Speciale Conferenza... Speciale Conferenza  


IL CENTRO DI ASCOLTO                                                                               


 

Una Voce Amica

Al CENTRO DI ASCOLTO c'è qualcuno disposto a regalare ascolto nel più completo anonimato. Sentiti libero di manifestare con sincerità il tuo disagio, troverai chi si renderà disponibile e partecipe di un ascolto non passivo ma basato sul dialogo. Magari solo poche parole... ti potranno regalare un attimo di sollievo.

Scrivici...


Dio ti Ama


 

Cosa può offrire una Chiesa disposta a regalare ascolto?

 

Chi di voi che ha un amico andrà da lui a mezzanotte e gli dirà: "Amico, prestami tre pani, perchè un mio amico è arrivato da un viaggio ed io non ho nulla da offrirgli"?.  Luca, 11, 3-6

Ovale: A Knock at Midnight
Reverend Martin Luther King, Jr. 1963
 

 

 

E' mezzanotte nell'ordine sociale. All'orizzonte internazionale, le nazioni sono impegnate in una colossale ed aspra disputa per la supremazia..... L'uomo ha armi atomiche e nucleari che potrebbero in pochi secondi distruggere le maggiori città del mondo: eppure la corsa agli armamenti continua e gli esperimenti nucleari ancora esplodono nell'atmosfera, con la spaventosa prospettiva che l'aria stessa che respiriamo venga inquinata dalle scorie radioattive. Queste circostanze e queste armi porteranno all'annientamento della razza umana? Quando, nel passato, ci siamo trovati di fronte alla mezzanotte nell'ordine sociale, siamo ricorsi per aiuto alla scienza........... Ma ahimé, la scienza ora non può salvarci, perchè anche lo scienziato è perduto nella terribile mezzanotte della nostra epoca. In realtà, la scienza ci ha dato proprio gli strumenti che minacciano di provocare il suicidio universale. Così, l'uomo moderno si trova di fronte ad un'orrenda e spaventosa mezzanotte nell'ordine sociale. La mezzanotte nella vita esteriore collettiva dell'uomo ha come suo parallelo la mezzanotte nella sua vita interiore individuale.

E' mezzanotte nell'ordine psicologico. Dappertutto, paralizzanti timori tormentano ed incalzano la gente giorno e notte. Dense nubi di ansietà e di depressione sono sospese nei nostri cieli mentali. Sono emotivamente sconvolte molte più persone al giorno d'oggi che in ogni altro tempo della storia umana..........

E' mezzanotte anche nell'ordine morale. A mezzanotte i colori perdono i loro caratteri distintivi e divengono una cupa ombra di grigio. I principi morali hanno perso i loro caratteri distintivi: per l'uomo moderno, assoluta ragione ed assoluto torto dipendono da ciò che fa la maggioranza. Giusto ed ingiusto sono relativi ai gusti, alle antipatie ed ai costumi di una particolare comunità. Noi abbiamo inconsciamente applicato la teoria della relatività di Einstein, che propriamente descrive l'universo fisico, al campo morale ed etico........... Secondo l'etica di mezzanotte.......... va bene mentire, ma si deve mentire con vera fierezza; va bene rubare, se qualora uno sia colto, l'accusa diviene concussione e non ladrocinio. E' lecito anche odiare, se uno riveste il suo odio delle vesti dell'amore, così che odiare sembri amare.......

 

Come nella parabola, così nel nostro mondo, la profonda oscurità della mezzanotte è interrotta dal suono di un colpo battuto alla porta. Alla porta della Chiesa, milioni di uomini battono...... milioni di persone credono che la Chiesa possa offrire una risposta alla profonda confusione che circonda la loro vita. Essa è ancora l'unico confine familiare a cui giunge lo stanco viaggiatore di mezzanotte; è l'unica casa che rimane in piedi dove è sempre stata, la casa a cui l'uomo che si trova in viaggio nel mezzo della notte arriva o rifiuta di arrivare. Alcuni decidono di non arrivare; ma tutti quelli che vengono a bussare alla porta sono disperatamente in cerca di un poco di pane che li sollevi dalle difficoltà.

 

Il viaggiatore chiede tre pani.

 

Egli vuole il pane della fede. In una generazione di tante colossali delusioni, gli uomini hanno perduto la fede in DIO, la fede nell'uomo e la fede nel futuro........ In mezzo a sconvolgenti delusioni, molti invocano il pane della fede.

Egli sente un profondo desiderio del pane della speranza........... Negli inevitabili momenti in cui tutto sembra senza speranza, gli uomini sanno che senza speranza non possono realmente vivere, e in un'agonia di disperazione invocano piangendo il pane della speranza.

Egli ha un profondo desiderio del pane dell'amore. Ognuno desidera amare ed essere amato. Chi sente di non essere amato, sente di non contare nulla....... l'uomo cerca disperatamente il pane dell'amore................

 

Se la Chiesa .........parlerà ed agirà senza timore in termini di giustizia e di pace, essa accenderà l'immaginazione dell'umanità ed infiammerà gli animi degli uomini, infondendo loro un infuocato ed ardente amore per la verità, la giustizia e la pace.  Gli uomini conosceranno la Chiesa  come una grande comunità d'amore che provvede luce e pane per i viaggiatori solitari della mezzanotte.

 

Nella parabola notiamo che, dopo l'iniziale delusione, l'uomo continuò a bussare alla porta dell'amico. Con la sua importunità, con la sua insistenza, egli infine persuase l'amico ad aprire la porta. Molti uomini continuano a bussare alla porta della Chiesa a mezzanotte, anche dopo che la Chiesa li ha amaramente delusi, perchè sanno che il pane della vita è là.  La Chiesa oggi è chiamata a proclamare che il Figlio di Dio, Gesù Cristo, è la speranza degli uomini in tutti i loro complessi problemi, personali e sociali.

Molti continueranno a venire in cerca di risposta ai problemi della vita.

Molti giovani che bussano alla porta sono perplessi per le incertezze della vita, confusi dalle delusioni quotidiane, e delusi dalle ambiguità della storia............: noi dobbiamo offrire loro il pane fresco della speranza ed infondere loro la convinzione che Dio ha il potere di trarre il bene dal male.

 Alcuni di quelli che vengono sono tormentati da un angoscioso senso di colpa, conseguenza del loro andare errando nella mezzanotte del relativismo etico e del loro abbandonarsi alla dottrina dell'espressione di sé: noi dobbiamo condurli al Cristo, che offrirà loro il pane fresco del perdono.

Alcuni, di quelli che bussano, sono tormentati dalla paura della morte: noi dobbiamo offrire loro il pane della fede nell'immortalità, così che essi possano rendersi conto che questa vita terrena è solo un preludio ad un nuovo risveglio.

Mezzanotte è un'ora di turbamento, in cui è difficile conservare la fede. La parola più animatrice che la Chiesa può offrire è che nessuna mezzanotte dura a lungo.

Lo stanco viandante di mezzanotte che chiede pane è, in realtà, in cerca dell'alba: il nostro eterno messaggio di speranza è che l'alba verrà.

I nostri progenitori schiavi se ne rendevano conto. Essi non dimenticavano mai la realtà della mezzanotte..... e quando pensavano alla angosciosa tenebra della mezzanotte, cantavano:

 

Oh, nessuno conosce l'afflizione che io ho visto;

Gloria, Alleluia!

A volte io sono in alto, a volte sono in basso.

Oh, si, Signore,

A volte sono quasi al suolo.

Oh, si, Signore,

Oh, nessuno conosce l'afflizione che io ho visto,

Gloria, Alleluia!

 

Avvolti da una sconvolgente mezzanotte, ma fiduciosi che il mattino sarebbe venuto, cantavano:

 

Sono così contento che la pena non durerà sempre.

O mio Signore, o mio Signore, Che cosa devo fare?

 

La loro assoluta fede nell'alba era la punta crescente della speranza che conservava gli schiavi pieni di fede in mezzo alle più aspre e tragiche circostanze.

La fede nell'alba deriva dalla fede che Dio è buono e giusto. Quando uno crede questo, sa che le contraddizioni della vita non sono finali né definitive: egli può attraversare la notte oscura con la radiosa convinzione che tutte le cose cooperano in bene per coloro che amano Dio. Anche la mezzanotte più priva di stelle può annunziare l'alba di qualche grande adempimento....... L'ora più buia della nostra battaglia era diventata la prima ora della vittoria........

L'alba verrà. Delusione, dolore e disperazione sono nati a mezzanotte, ma il mattino viene. " Il pianto può durare una notte - dice il salmista - ma la gioia viene col mattino".  Questa fede sospende le decisioni disperate e porta una luce nuova nelle buie stanze del pessimismo.

 

“ Il pianto può durare una notte, ma la gioia viene col mattino.”    Salmo 30, 5


 © 2006-2012 Chiesa Apostolica Pentecostale